La pandemia da coronavirus  (COVID-19) e la conseguente emergenza sanitaria hanno causato,  nella maggior parte delle persone, un incremento dei livelli di stress che, a lungo andare, potrebbero  innescare situazioni di disagio psicofisico ed aumento dei disturbi psichici.

Durante un’epidemia accade spesso che le persone si sentano preoccupate e stressate. Tra i vari sintomi del disagio innescati da tale situazione vi sono :

sentimenti di impotenza nel proteggere sé stessi ed i propri cari da un pericolo invisibile

sentimenti di noia, paura e solitudine

paura di ammalarsi e di morire

paura di perdere i propri mezzi di sussistenza, di perdere il lavoro  o di essere licenziati

paura di essere isolati dai propri cari o dai caregiver a causa di un regime di quarantena

Il prolungarsi di questi sentimenti di paura, incertezza ed i conseguenti fattori di stress vissuti durante il periodo dell’epidemia COVID_19,  può portare a lungo andare ad un deterioramento delle relazioni sia sociali sia familiari, a stati emotivi intensi di rabbia ed aggressività nei confronti di congiunti, (sono infatti in aumento i casi di violenza domestica), ad un abuso di sostanze stupefacenti ed ad un aumento delle dipendenze soprattutto da alcool,  da tabacco e psicofarmaci che danno l’illusione di poter gestire il carico emotivo. Inoltre possono verificarsi

Per far fronte al disagio psicoemotivo e psicofisico è invece importante che, durante il periodo di confinamento, venga utilizzato il tempo a disposizione per l’esercizio fisico  o per imparare ad utilizzare tecniche di rilassamento (respirazione, mindfulness), dedicarsi alla lettura di libri o riviste, ridurre il tempo trascorso davanti alla TV alla ricerca di informazioni o alla visione di immagini spaventose, alimentarsi in modo sano, dedicare un tempo adeguato al riposo, mantenere i contatti con familiari ed amici anche attraverso telefonate e social media.

Sentirsi stressati è un’esperienza normale nella situazione attuale e non significa essere deboli e per questo sentirsi in colpa. Lo stress cronico può però influire sul benessere psicologico e se diventa eccessivo può farvi sentire sopraffatti.

Cercare un aiuto professionale per ricevere un supporto adeguato può rappresentare sicuramente un modo sano di affrontare la situazione attuale e mettere in atto abilità utili a gestire le vostre emozioni.

F. Lamanna

Psicologa e Psicoterapeuta Roma

Leave a Reply

Your email address will not be published.